Golosaria 2019: Planet One protagonista dell’Area del bere miscelato, tra alchimia, erbe e tanti Drink dedicati

Si è da poco conclusa Golosaria, la manifestazione ideata da Paolo Massobrio e ormai giunta alla sua 14°edizione. Anche quest’anno Planet One è stata protagonista dell’Area del bere miscelato, sono stati tre giorni ricchi di eventi e masterclass, con assaggi di drinks in linea con il tema madre “Il cibo che ci cambia”.

Uno spazio dedicato, in cui abbiamo potuto essere interpreti di un concetto, di un mood che lega il mondo della miscelazione a concetti di benessere, sostenibilità e consapevolezza, argomenti che coinvolgono sempre di più sia i gestori che i clienti e che hanno inevitabilmente mutato le loro abitudini e il loro modo di bere e di mangiare, trasportandoli verso un nuovo tipo di consumo che privilegia la qualità, la salute e l’etica.

Il cibo che ci cambia

Tutto ciò che mangiamo e beviamo influisce sul benessere di ognuno di noi, oltre che sulle nostre abitudini, personali e sociali. Per questo motivo, i trend legati ai prodotti naturali e green stanno acquistando sempre di più un posto di rilievo e tutto questo si riflette ovviamente anche nel settore del beverage.

Sempre in linea con il tema del cibo che ci cambia, abbiamo parlato di alchimia e distillazione mettendo anche quest’anno in primo piano il “Botanikit”, l’esclusivo kit di alambicchi che permette di realizzare Home Made purissimi e che si ispira all’antica arte Alchemica e Spagyrica (dal greco “spao” dividere e “agheiro” collegare, unire) consentendo di estrarre e separare i principi attivi della pianta, di purificarli per poi riunirli. Altre due masterclass presentate sono state Le erbe di casa, dalla credenza ai cocktail e Aromaterapia e cocktail.

Sempre per rimanere in tema di alchimia, di cambiamento e di etica della sostenibilità, uno degli ingredienti principali dei cocktail presentati a Golosaria è stato Mixturae, il distillato alchemico ispirato agli “Hortuli Extra Moenia” del Borgo Antichi Orti di Assisi, un tempo di proprietà dei Monaci Benedettini, maestri nelle coltivazioni e nell’arte della distillazione.

Tra le novità, abbiamo offerto ai visitatori anche una bellissima Virtual Experience, attraverso la quale si è potuto visitare virtualmente l’Orto del Borgo Antichi Orti di Assisi, splendida location nel cuore dell’Umbria.